Parco della “Pointe de l’Aiguille”

Parco della Pointe de l’Aiguille

Alla fine occidentale delle Alpi Marittime, nel comune di Théoule-sur-Mer, fermati sulla Corniche de l’Estérel e prenditi il ​​tempo per scoprire lo straordinario spettacolo offerto dall’incontro di rocce rosse che si tuffano in un mare dove il blu e il verde sono carichi di sfumature secondo le stagioni.
Presentazione della parte occidentale delle Alpi Marittime, nella città di Théoule-sur-Mer, fermarsi sulla Corniche de l’Estérel e prendere il tempo per scoprire lo straordinario spettacolo offerto dall’incontro di rocce rosse immergendosi in un mare dove il blu e il verde sono carichi di sfumature secondo le stagioni.

Dall’annaffiatura al bagno

Nei tempi antichi, il ciclo naturale di Théoule era un luogo di irrigazione per le navi che richiedevano rifornimenti di acqua fresca alle numerose sorgenti nate nell’Estérel. Nel 69 d.C., Théoule ospita la flotta del Otto imperatore. All’inizio del XIX secolo, l’installazione di una coppia di pescatori italiani nella grotta nord della spiaggia ha dato origine alla leggenda dei pescatori trogloditi. I tradizionali resti di pesca, ma un’altra forma di sfruttamento di il mare è apparso: l’acquacoltura. Oggi Théoule-sur-Mer è diventata una stazione balneare apprezzata per la bellezza del suo sito, acque limpide e baie selvagge.

Un piccolo pezzo di paradiso con un passato geologico tormentato

Usando i sentieri che il Dipartimento ha sviluppato nel mezzo della macchia, arriverete su una delle quattro spiagge incastonate in baie con acque limpide, sarete sorpresi dalle forme tagliuzzate delle rocce, dai loro colori che ci riportano ad una storia geologico tormentato. L’Esterel, un antico massiccio di rocce cristalline, ha un passato vulcanico, come testimoniano le scogliere rosse del parco. Le sue rocce fiammeggianti riflettono gli episodi del vulcanismo. 300 milioni di anni fa, folte lava vetrose fuggono dai vulcani (strato-vulcano Maurevieille accanto al parco). Le colombe e le proiezioni laviche creano la roccia della Pointe de l’Aiguille: il piromide. Ai bordi delle scale, vicino alle mani, puoi ammirare questo “vetro vulcanico” rosa, arancione o purpureo, che si è raffreddato in pieghe tormentate.Alla fine della passeggiata del Pradeyrol, osserva la base del muro: fatta di tufi Una miscela di magma e rocce, proviene da una fase esplosiva.L’erosione ha evacuato alcuni blocchi di lava e caverne scavate. Altrove, il magma in fuga dalle faglie ha formato dei rioliti rossi: nel corso degli anni, l’erosione e il collasso, i depositi e le pieghe hanno modellato e distrutto il paesaggio per dargli le sue forme attuali.

Un’esplosione di colori

In una cornice di rocce rosse si sviluppa una vegetazione caratteristica delle zone costiere del massiccio dell’Estérel e adattata ai terreni silicei: un’esplosione di colori e profumi mediterranei ti sorprende: corbezzolo, ginestra, fiori di lavanda in mezzo ai pini marittimi La diffusione dello spray arricchisce la flora di specie notevoli, come la barba antillica di Giove, una specie rara di un metro d’altezza con rami argentati e fiori gialli. legno, a nord, la presenza di una sorgente favorisce lo sviluppo eccezionale di piante insolite sulla costa mediterranea: equiseti, giunchi, ontani, agrifogli e osmonds reali, felci alte due metri. Lungo la costa rocciosa, in acque limpide, il fondo marino è molto ricco. In un bellissimo erbario di Posidonia, puoi osservare il balletto di orata, orata e saupes, e se ti avventuri più in profondità, scoprirai pesci e crostacei di roccia.

Accesso

– Dall’autostrada A8, prendere l’uscita Mandelieu e seguire la RD 6098 fino a Théoule. Proseguire lungo la Estérel Corniche per 2 chilometri in direzione di Saint-Raphaël.
– In treno, scendere alla stazione di Théoule-sur-Mer. Quindi, l’accesso è prendendo la passeggiata Pradeyrol lungo le spiagge dal centro di Théoule-sur-Mer.
parcheggio
Tre aree di parcheggio possono essere utilizzate:

– parcheggio lungo la Corniche de l’Estérel, situato sotto la RD 6098,
– Il parcheggio Théoule, che dal centro della città porta la passeggiata Pradeyrol per accedere alle spiagge della Pointe de l’Aiguille.

Servizi

– Passeggiate pedestri Sopra la corniche dell’Estérel, un sentiero conduce in breve tempo al belvedere. Poiché il parco è costituito da scogliere che si tuffano nel mare, è essenziale seguire i sentieri.
– Un sentiero di scoperta sottomarino Accessibile da metà giugno a metà settembre, corre lungo la spiaggia della Pointe de l’Aiguille. Gli inserti sommersi sono disponibili presso l’ufficio turistico Théoule-sur-Mer.

Particolarità

– Quattro spiagge di ciottoli, protette dal maestrale, si annidano sulla costa selvaggia e adiacenti al parco. Le rocce rosse frastagliate (arco naturale del punto Aiguille, grotta di Gardanne) contrastano con il blu trasparente delle onde dove è possibile osservare magnifici prati sottomarini di Posidonia.
– La cima del belvedere offre un notevole punto di vista su tutto il Golfo di Napoule.

By |2017-11-22T13:54:51+00:0026 giugno 2017|Rilassamento|Commenti disabilitati su Parco della “Pointe de l’Aiguille”
MétéoInscription newsletterFacebook